TILL SCHENK: IRONMAN'S GRAVEL-ADVENTURING MC

Se sei stato ad un Ironman a Lanzarote, o a qualsiasi Ironman in Europa negli ultimi anni, potresti aver visto e sentito parlare di Till Schenk. Till è uno speaker e presentatore, nonché triatleta e ciclista amante dell'avventura. Insieme a una coppia di amici, Till è partito da Girona, in Spagna, verso la Toscana, in Italia per poter prendere il via all’Eroica NOVA con la sua bici gravel e cogliere l’occasione per testare la nostra nuova collezione off-road / gravel. Lo abbiamo intervistato una settimana dopo la gara.

Santini: Santini: Grazie per averci dato l’opportunità di parlare con te. Da circa dieci anni, sei uno speaker di importanti eventi mondiali di triathlon e di altri sport, ma noi ti abbiamo conosciuto grazie alla nostra collaborazione per il progetto Eroica NOVA. Cosa ti ha portato ad avvicinarti al Gravel e ad appassionati a queste avventure?

Till Schenk: Intorno al 2010, ho avuto una forma estremamente grave di febbre ghiandolare che ha rovinato i miei organi. I medici mi avevano detto che non avrei mai più potuto fare sport di resistenza. Mi ero prefissato l'obiettivo di fare un Ironman per dimostrare che si sbagliavano, cosa che ho poi fatto nel 2014. Ciò mi ha portato ad essere molto ambizioso, cosa che ho coltivato per un paio d'anni fino a quando ho capito che la mia attitudine non è per le gare tradizionali. Sto sviluppando lentamente sempre più progetti che mi facciano vivere della avventure.

SMS: La situazione folle del 2020 ha comportato una modifica nelle tue ambizioni?

Till Schenk: Il mio 2020 non è stato il massimo, ma l’altro giorno poi ho guardato le cose che sono riuscito a fare quest'anno. Ho iniziato il mio nuovo anno nel deserto dell'Africa occidentale, nella parte del Sahara occidentale della Mauritania, con un amico. Avevo la mia bici gravel e l'intenzione di percorrere 3.200 chilometri attraverso il deserto, fino al Gambia. Abbiamo attraversato luoghi di cui non avevo idea che esistessero, come il tratto non governato di cinque chilometri senza infrastrutture tra il Sahara occidentale del Marocco e la Mauritania. È stato fantastico. Ed è così che è iniziato l'anno.

banner

CHI VUOLE AFFRONTARE “LA STUPID SEVEN”?

SMS:Quest'anno avevi anche programmato un'avventura che chiamavi The Stupid Seven - sette Everesting in sette paesi in sette giorni? Hai completato questa sfida?

Till Schenk:Stavamo cercando un record mondiale. Beh, per il mio amico Robson (Lindberg), è stato un tentativo di record mondiale. Per me, era solo "vediamo cosa può fare il mio corpo affrontando una sfifa come questa". Sfortunatamente non è stato possibile completare il piano, cambiato dalle nuove regole COVID implementate proprio durante quei giorni. Stavamo già lavorando sui piani alternativi dei piani alternativi. A questo punto avevamo pensato "Ok, abbiamo finito, non abbiamo chance", invece alla fine siamo riusciti a completare un'avventura straordinaria.

SMS: Con il 2020 al termine, sei in grado di guardare avanti e pianificare la tua prossima avventura?

Till Schenk:Assolutamente. Sto attualmente lavorando a un progetto in Antartide. Ma anche quest'anno stiamo cercando di rimanere attivi, ed è per questo che mi sono legato a Santini. Inizialmente avevamo chiesto a Santini di partecipare al progetto Seven Everest e abbiamo visitato l’azienda. Da qui l'invito a partecipare all’evento Nova Eroica in occasione del quale abbiamo scattato foto e video della nuova linea Santini off road e gravel. Il giro è stato un esclusivo servizio fotografico, in cui l’obiettivo non era quello di concentrarsi sulle immagini di prodotti per un catalogo, ma sul tentativo di raccontare una storia.

SMS: Hai scelto un modo unico di viaggiare in Toscana per l'Eroica, giusto?

Till Schenk:Sì. Abbiamo deciso di non prendere l'aereo, ma di noleggiare un furgone. Abbiamo fatto un fantastico viaggio su strada. Ci siamo accampati sulle montagne sopra Monte Carlo e abbiamo trascorso tre giorni fantastici nei vigneti della Toscana. Abbiamo soggiornato in una bellissima fattoria con vigneti, bestiame e prodotti tipici. Abbiamo mangiato molto bene, ottimi vini e abbiamo fatto delle fantastiche pedalate. Poi abbiamo partecipato alla Nova Eroica.

SMS:Hai intrapreso questo viaggio con dei compagni di avventura?

Till Schenk:Sì. Una coppia di Girona: Clayton Anderson e Molly Supple. Sono entrambi americani. Il ragazzo lavora sui social media per Specialized mentre la ragazza ha la sua agenzia di marketing. Sono entrambi ciclisti avventurosi. Clayton Anderson ha affrontato diverse attraversate transcontinentali e avventure simili mentre Molly Supple dopo il lockdown di questo anno, con la sua bici gravel, ha preso un treno per la costa della Spagna ed ha intrapreso un percorso avventuroso sui Pirenei. Per tutti e tre, pedalare non è tanto per mettersi in gara ma più per vivere un’esperienza e un’avventura. Fare le valigie, stare all'aperto, stare in una tenda ed esplorare nuovi posti. Svegliarsi con l'alba, preparare un caffè in cima a una montagna. Questo è quello che cerchiamo.

banner

IL PRIMO TENTATIVO DI UN ciclista GRAVEL ALL’EROICA NOVA

SMS: Hai mai partecipato ad un evento Eroica?

Till Schenk:Non l'ho mai fatto. Nova Eroica è sicuramente un grande evento per chi vuole iniziare a fare Gravel, soprattutto per la località che è splendida. È stato tutto semplicemente incredibile. Tramonti mozzafiato, dolci colline e vigneti, strade sterrate, buon cibo. Questo è ciò che ha reso l'intero viaggio indimenticabile. Mentre eravamo in zona, abbiamo pedalato attraverso la Toscana, nei dintorni di Siena. Abbiamo visitato diversi vigneti e cantine, una in particolare, aveva una sala con tantissime biciclette storiche nella sala di degustazione e aveva anche maglie di ciclisti professionisti. Un piccolo posto fantastico.

SMS: Hai pedalato indossando il nuovo abbigliamento Santini Off-road e Gravel. Quale è stato il tuo capo preferito?

Till Schenk: Il mio nuovo capo preferito è la camicia a maniche lunghe (una camicia a maniche lunghe con colletto e bottoni come una camicia elegante, ma realizzata per pedalare – presto in arrivo anche sul nostro sito). Ho anche indossato i pantaloncini gravel e la calzamaglia, che mi hanno sorpreso. Ma senza dubbio, la camicia è la mia preferita in assoluto. È perfetta, calda, non si è mai surriscaldata per tutto il giorno anche quando è uscito il sole. Puoi tirare su le maniche, ha stile e ed ha una comoda tasca posteriore. La puoi indossare anche quando non pedali, come un capo casual da indossare a cena al ristorante. È un capo funzionale, ma con stile. Vi innamorerete tutti di questa camicia.

SMS: I designer Santini hanno aggiunto alcuni nuovi dettagli ai nostri pantaloncini gravel. Quale è la tua opinione?

Till Schenk:A me ha sorpreso molto la calzamaglia Gravel. Non so spiegarti il motivo, ma forse è per il fondello. Non utilizzo la calzamaglia solitamente quando pedalo. Ma durante questo viaggio l’ho amata e l’ho continuata ad indossare giorno dopo giorno. Si adatta perfettamente al corpo ed il fondello è fantastico. Inoltre io sono sempre stato un tipo anti-tasca laterale, ma questa tasca laterale della calzamglia Gravel è molto utile e pratica, soprattutto per riporre il telefono che era facilmente pronto all’utilizzo.

SMS: Grazie per questa intervista. Ti auguriamo che il 2021 possa offrirti nuove possibilità di vivere avventure epiche in sella alla tua bici.

Till Schenk: Grazie!

Photo credits: JAMES MITCHELL

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre